Besame

Gemiti

Venti  d’aquila

a sfiorare sue piume in aria

suo il sibilo,

o natanti tra le canne sciolti

stridii

d’accennato piacere;

quando vespa immersa

scandaglia corolla aperta,gialla.

pronta a raccoglier seme,

sentirsi accompagnata

a quel sibilar scelta di stame

come di piacer

dell’essere di donna,

lasciarsi poi al fremito pungiglio

fin quand’essa lo vuol

tirarne ancora

che sue pensili gambe al vento

al polline sì gialle

facciano sentir pel il creato

ancor lagno d’amor

per esser

d’un lui o lei

smosso e vibrato.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...