Istinto

 

Roxanna tango

Istinto

Garrese prodotto

come animale sconvolto

avvolto in trincea

di falso cammino

come quando scoperto

tu eri bambino.

Ora non più

alla madre

l’ignudo vedere

ma solo tu guardare

al lavoro.

Che stendo mie mani

mie dita mio tatto

sentir quella pelle

sentire quel liscio velluto

ch’adorna il tuo cuore

nel corpo

vogliare  mie dita

tra trine nascoste odorose

senza pausa oltraggio

senza  veti o pudori

e la rose  e le rose

d’invito portate

cambiando del posto

parole a colori diversi

ove sole non può.

Si prende una mano

una piega del corpo

che tutto contorto

e  ormai tutto cotto

p’avere sfilato quel fiato di baci

ovunque postati

or da dentro or da fuori del corpo

si lascia da sogno

a garrese prodotto

che viaggio d’amore

d’incontro e passione

si faccia più intenso

più caldo deserto

che spinge quel vento

a venire copioso

per darsi poi fine,

dell’estasi amor.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...