Campanelle

IuMv7MG90BoIuMv7MG90Bo
http://www.youtube.com/watch?v=IuMv7MG90Bo&feature=player_detailpagehttp://www.youtube.com/watch?v=IuMv7MG90Bo&feature=player_detailpage

Campanelle

Campanelle siciliane
a schiocco di frusta
tintinnio levasi,
suono di danza popolare,
a colori dipinte rosee,
come viso di vergogna
per aver mangiato mela
negata dal padre
quando bocca vuole gustare.
Giocose ,a legacci, variopinte strette
ornano visi e occhi grandi,
come al galoppo groppe
un dimenarsi e battersi penzolanti
legate ad isolante sospensione;
Come di sogno donna
quando di notte sola
porta di stelle al piano
a poterle carpir.
Come desiderio spinto al gioco
il sentir tintinnare quelle
come metalli corde al sogno;
come spinte mani di bambino.
Sentirsi stesse al tatto e al tempo
in sospeso suon campana dondolare;
quando di poi dimentica,
lei,
notte finisce al sonno.
Rannicchiata sotto lenzuolo
pensa e va più a fondo
di quel che passato
nella mente,per la notte fonda;
Era il suo assolo;
quando sua di solitudo lei ratta.
Or, s’avvede e piace ricordare
quanto suo mar e sua conchiglia
ancor v’è dentro
per l’umida salsedine la scia
che lei lascia.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...