Resta

Resta

Balzar d’un tratto a fianco

o lento posar le gote mie

a petto caldo p’or sentir

cosa  cela il dentro

che pulsa e vibra come

di corde arpa allo scandir

di chiavi di basso o violini

spartiti di note in Mi,

un pizzicar di dita e vita;

sollecito io amo il voltar

altro mio orecchio al suono

sempre allo stesso busto

ed ascoltar parole che

fuori balzan come folletti in danza;

sentirne io già dentro

ma proprio al petto mio

m’assieme  del profumo il petto

e del caldo, esso mi porta

allo baciar quei fior fino al suo fondo

fin quando al gusto di trasporto preso

m’oso sempre più e

navigo poi oltre

come d’insieme al piacersi al volo

fin quando la fine lascia il tratto

come d’amanti ad ultimo

 lor bacio

 come schiavo.

Annunci

2 commenti

Archiviato in poesie

2 risposte a “Resta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...