Rigetti

Rigetti

 

Rigetti di fiuti

di odori  a natura verde

quando colpito albero getta

ancora nuovi germogli.

Al piede

a mille forza a correre nel sogno

raggiungere di corsa

impatto a getto

di tronco legato a braccia.

Getto nuovo

su antichi  sostegni il corpo

che cerca ancora impiego,

di dare ancora

linfa d’amore,

vedersi attorno getti di nuovo,

attorniato di verde nell’ antico corpo

dimentico di passati tempi.

Ma tu grande fusto

ornato  di edere  rampicanti

di liane appigli e getti a fiocchi

ove natura alloggia

or grande o piccola specie

te scavalca o oltrepassa

non vedi  tu più l’ape che tu cerchi e

chiedi a te perché

il pungiglion non mostra.

Allor che viene vento

tu albero gigante

grande chioma fronda smossa

come di capelli ninfa

tu vedi sol squarcio

di blu del cielo

oltre tra il fitto bosco:vedi

svolazzare la regina e l’operaie

a cercar nuove fronde il verde e il fior,

lasciato, il tuo guardo, e, là, tua illusione

del vecchio com’è or

che si  presta,volentieri, al giuoco

sol come di canuto e infante

tenendosi per sè tutto quel caldo,

celando nella forza quell’istinto,

a supporto dare,ancora, per amore

sua linfa e umor.

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...