Sortilegio

Sortilegio,
a vision di lei, senz’ombre sue,
quando a scoppiettar di luce
al giallo giorno,sole,piena,
di sè mostra facea,
… a me, qual mia;
sol poi che l’abbia in me tenuta
pel viso la bellezza e lei sognata
anco quando ch’ora al lume d’oro;
o quando averla accanto stretta,
a non scordare profilo suo
e labbra rosse piene
a leggero tocco d’accentuo,
d’arte, aver di mano dato;
pel suo profumar mie nari,
a rafforzare amore.
Sogno dir di lei
la sua figura ovunque:
busto,seni,collo,occhi;
diritta all’arti, mia gran vision,
quand’io le sue carni amai,
e lei con me dono farsi tutta.
Or che non trovo più
la cara donna,
per l’ossessione resa,
non petto batto
ma l’amerei
ad ogni modo e
tutte le mie forze,
ancora,più:
dimentico la sorte
ch’or m’attende.

Annunci

1 Commento

Archiviato in poesie

Una risposta a “Sortilegio

  1. Ci piace! Un saluto da Vongole & Merluzzi dove abbiamo cercato a modo nostro di fare…poesia! 😉

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2012/04/28/state-scherzando-vero/

    Complimenti per il blog!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...