Tramonti

 

 

Tramonti

 

 

Svelta figura

immagine s’alzata

da foschie nebbie

or disegna come

di Pantagruele ingegno

con orlati schizzi la natura e

il rosso ,il grigio,e

poi di tutto il nero,

e il dì è già fondo,

quando al tramonto.

Pur di mettere al sonno

la dorata stella.

Ma or vien bello:

s’allieta anima al

viver buio e

danza,e sogni,e risa;

immersa nella notte

l’anima s’appresta a fantasia,

allor si lascia andar

ai sensi grata

avviluppata com’edera

d’essa il tralcio e

stretta e tesa

come fosse corpo

non più sogno

tra l’intimo baciar:

 

 come di rosa.

 Placando quel desio

come caldo al tramonto

fin ch’aurora sorge

a raffrescar tuo viso

a come vampa.

Annunci

1 Commento

Archiviato in poesie

Una risposta a “Tramonti

  1. Ci vorranno forse mille escavatori di cuor per trovare quello che ognuno di noi nasconde veramente in sè;chi vuol leggerci avrà ,comunque, buone probabilità di trovare il suo oro.
    Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...