Archivi del mese: giugno 2012

Canzone

canzoni

Canzone

Canzone,

Invenzione tradotta

arpa serva di nocche legate

musicati pensieri

chiave di violino

che raccoglie battute

bagnate alla fonte

timore  a dire

timore pensare

costruzione di parole

svolgenti all’intimo saluto.

Canzone che aiuta a pensare

diversi: le note e persone;

un planare di suoni fruscii

un vagare tra l’onde del cielo

ricerca di ninfe di danze

che paradiso non vuole

perch’esse parlate son

d’amore ch’affanna cuor,

poi che spinte parole canzoni

son scritte e cantate d’amanti

che toccano a stento

effimeri sogni.

Perché  violate tempeste,

s’investono al ritmo cieco

prodotto più a valle

di canto il sapore

dell’eco di lei.

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

Fonte

Fonte

 

duole il lasciar la fonte

che al ristoro pronta

t’offre quel che tuo bisogna

senza reso al cambio.

Allo sgorgar dell’acque

alla sorgente pura,

or tue parvenze,

come del posto di me viandante

ch’or di brocca o da zampillo spesa

fai indolenzir l’alma mia nel cuor;

vederti mia avvocata

col tuo di stelle manto

coprir l’impudico mio dire,

o donna d’amante storia,

ch’ami l’effusion del gusto

simil peccato;

il tuo donarti al tutto

senza che n’abbia meno

e il corpo e il cuore;

stracciar le vesti al vento

fonderti con  me

fin dentro tutta

fin a toccar la punta del mio petto,

là,

dov’esso ama.

Lascia un commento

Archiviato in poesie

Innamorati

Innamorati
Sarà la sera che coglie sarà il sole al tramonto sarà la brezza marina sarà profumo di rosso Garofano sarà la jovinezza sarà balera o sguardo di pittore all’arte quando immortala amor e a lui è negato di vederlo in viso perchè quegli è in baci, e ognor son nostri.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Frastuono

Frastuono

 

Sordo a frastuon  che inganna

isola lontano il pensier mio

ove del silenzio sente l’alma mia

per stare più con me in quella via.

 

Mi serve quel frastuon come di lei

che porge verso  me la mano pia

che trae te salvo solo un sol momento

a sparecchiar la mente dal  colore bigio.

 

S’odia  però il gran silenzio

poiché dentro ti trae in quella cerchia

che solitamente  si chiama riflessione

che paura  a te fa e annera il core.

 

M’illudo dunque di veder lontano

altri che fanno tutto col lor petto

siano dietro, là,dalla mia strada

o nei miei pressi vicini

al sordo lobo del mio grande orecchio.

Lascia un commento

Archiviato in poesie

L’intruso

if8epsj52Gw

Intruso colluso
suadente piccante
svogliato invogliato
che ora si appiglia
che ora si mangia le nocche
ch’ora che vuole ma sfugge lo sguardo
ignoto fa finta che sua è la storia
ma invano tradisce se stesso
pensando di essere quegli.
E’ solo un’intruso
che non c’entra niente

Lascia un commento

Archiviato in poesie

Goletta

fZFQcanE5uI

Goletta all’orizzonte
scoperta di naufrago tra flutti
quando annaspa a galla
e per l’arsura a miraggio
scopre tutto un tratto
ch’or acqua salmastra
non è più quella
anzi la sente dolce come di rugiada
ai campi verdi,o,
sorgente a fonte alpina,
carpendo all’ore tintinnio.
Solo l’idea di essere da quella,
non solo,
tratto in salvo d’ogni rischio vita
m’anco l’idea di ritrovarsi tra
le braccia d’essa
donna
quando amante,
vedersi consolato tra sue
bianche mani,
proprio nel moto
come trattasi d’amor
con quei sue labbra.

Lascia un commento

Archiviato in poesie

Ogni tanto

VHRdFILo_Yw

Ogni tanto

 

Vorrei ogni tanto parlar d’amore ma

 non posso perché dimentico  parole;

esse mi si affollano al capo,

 le dico tutte,

 le preparo tutte,

 poi mi accorgo di dirle solo a me

 persuadendomi che

 non contano niente.

Comunque,

nel prologo del sonno

quando in sogno amo contar con te quanto le stelle!!!!,

prima, di essere invaso

d’esseri un  pò  strani,

ladri di logiche d’amore,

questi, mi rubano

al tuo dolce  bacio in sogno per

affondarmi corpo e

anima mia

al profondo sonno.

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Traviata

traviata

Luna che bussa al cielo
cercando va
bagliori di stelle a spegnere,
scandaglia ovunque può
l’angoli più bui
dove a far l’amor  nascosti
in piedi cuori in amore
e guarda viziosa, piccante,curiosa
e invano quelli si scansano e
rientrano all’ombra
anch’essa fa loro sempre capolino
se la gode bugiarda
si sente lei stessa posseduta
e s’avesse voce ne godrebbe
come quella che avvinghiata
arcata si lascia possedere
invasa ovunque
dal mostro in ombra o di
 bello al sole.
Oh! luce di luna, tu che sei mia stella
bussa anche tu
vieni da me; che possa
l’argento tuo
posarsi in volto
e regalarmi l’abbraccio
quanto spero
che possa anch’io
donarmi a te
al lume tuo che
come in firmamento
sul mio petto
conoscere vuol quel tuo
di quanto bella,quanto
m’appaghi coi tuo baci ognor
ovunque  impigli.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Liuti

watch?v=6AEhxtmQr58&feature=player_detailpage

Liuti

 

Corda  d’arpa

oso sfiorar con dita

sapendo quanto costa

al cuor sua vibrazione

ch’è pari al taglio di lama

che seziona il mio

quando a capir di sua parola

vado d’immerso

lasciandomi cullar di quel suo tratto

quando del desio che le mi vuole

al donarsi meco anche il respiro

perchè lei lo sa del mio per lei

quant’esso bello

tanto che pur cadendo nell’amplesso al caldo

mai si potrà gustar quel puro  e bello

che oltre va

a raggiunger sembianze d’amorini

che amor raccontano

fiorettando sguardi con pupille.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Il volo del gabbiano

watch?v=UZAsehCJWAc&feature=player_detailpage

Il volo

del gabbiano bianco

non dista mai da costa

non il alto mare plana

ma in porti e rogge

dove l’amore trova comodo

e cibo del pescator confuso

per scarna pesca

e lo consola vista

di donna al porto

quando trae a se sul vizio

del suo corpo pronto all’uso

marinai che or ora han

toccato terra da lunghi beccheggiare.

Nulla di niun a lui fugge

aspetta che all’onda

venga gettato tozzo

anche se natur lo fa guerrier

egli s’espone all’apertura

sempre a voler raccoglier

per sempre bacio o pensier

dato col soffio al volo.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized