Frastuono

Frastuono

 

Sordo a frastuon  che inganna

isola lontano il pensier mio

ove del silenzio sente l’alma mia

per stare più con me in quella via.

 

Mi serve quel frastuon come di lei

che porge verso  me la mano pia

che trae te salvo solo un sol momento

a sparecchiar la mente dal  colore bigio.

 

S’odia  però il gran silenzio

poiché dentro ti trae in quella cerchia

che solitamente  si chiama riflessione

che paura  a te fa e annera il core.

 

M’illudo dunque di veder lontano

altri che fanno tutto col lor petto

siano dietro, là,dalla mia strada

o nei miei pressi vicini

al sordo lobo del mio grande orecchio.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...