Baciotti

Baciotti

 

 

 

Non so se,

non so,forse, d’amore spinto

al largo grande

a mostrare debolezze concorse

d’avere rapito o esserlo stato

nella notte al sogno

o all’aia in pieno

sole al caldo estivo

quando tua veste bianca noi facea tappeto

mentre mi innamoravo

del tuo odore

quale profumo invero

di fiori sconosciuti,

quando stringevoti la mano

ed il tuo seno,

volerlo aspro al sollecito

per poi dopo

destare in me fantastiche

occasioni uniche,  come,

di dolci lavori di cucina

spannati al gusto di cute

appena in fiore.

Ora non più quel tempo,

gli occhi oggi

incrocian le parole e sguardi

che significato danno a tale gente

d’esser vissuta col piacere in gola,

d’avere profittato insieme degli stralci

del tempo dati per la dolce vita.

M’anche se tempo perso rimirare

mi vien la voglia ancora  a dimandare

cosa mi necessita ancora a voler fare:

Vorrei gustar ancora tue papille

perché ricordo ancora del sapore

che me lasciavi dentro bocca mia

quando m’avvicendavi bocca tua

non più parole ma veri caldi baci

segni d’amor.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...