Tramonto

 

 

Tramonto

Or che tramonta  il sol

esco dal mare

lasciata muta

tra la rena piaggia

riposo le mie membra

all’acqua intinte

e lascio che,

sol restante,

m’asciughi e mostri sale

su di me;

all’or m’assale sogno

paverti me tenuta

dentro il cuore e petto

non tanto al gioco

e nianche amorar diletto

ma solo per affetto

come t’avessi ,già,

cara parente,

molto accomunata nel presente.

Ma or,ritorno a dire,

quanto la mia voglia,c’è,

è fatta avanti:

ho voglia averti qui

seduta accanto

per esser ora io

trastullo tuo;

ho voglia delle tue carezze amare

ho voglia che mi guardi e poi mi baci

ho voglia di sentirti più che mia

e di sentire mia salsedine svanire

sotto il gusto tuo a condir di pasto;

lasciandomi ora ignudo

a tua mercè

lasciandomi nel corpo

ch’io non possa

scordarmi tanto presto

mai di te.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in poesie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...