Putti

Putti

Putti danzano
su crespate onde
ov’è pensiero di donna
che si avviluppa lontano
come esule su piaggie deserte
il girovagare alla battigia
cercare ancora orme di corpi
d’amanti freschi d’amor,
invan ritrova
che perdute tra flutti di risacca.
Musiche spingono ancora
esserini ignudi a danza
a far sognare giovinette amanti
del gusto che fa l’amor
che non sia di madre
ma di maschio amore
cara mia signora
che or si pone al limbo
quale anima pura
ma ancor aver desio
di tastar peccato o esporsi
come putto ignudo
mercè di desiderio d’altri
quale il mio a poterla scottare
con le voglie mie
non considerare il desio
quanto in notte sia
e solo nel sogno di sonno
accompagnarsi poeta
a ritmo di animate parole
almeno ridestare
quel suo tempo
che mai fu lasciato al caso nell’oblio
ma regalato a me, povero io.

Annunci

Lascia un commento

4 dicembre 2012 · 6:45 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...