Balestre

Balestre

Canzonato, leggero di vita,
vò a vagar in contrade riposte
ov’è gente spigliata curiosa
ch’arricchisce il lor vento
e anco il sol,
col sorriso donato d’amor;
or, io vedo rincorsi momenti
annegati in sprazzi contigui
un lampeggio sperare nel cuor;
or ti vedo parlarmi vicino
di sentire tua bocca in mio viso
quand’io parlarti d’amore
quanto a dirti l’amore per te
quanta voglia tenerti nell’armi
stretti stretti tenerci al calor.
Ma son solo lontano, lontano
quanto il mare che guarda le stelle
quanto dista la vista di vita
a cercare quei amor che non c’è.
Ora piangi madonna, ora pia,
ora cerchi anco amor come il mio
ora cerchi carezza nell’alma
or t’accomodi me dentro in amor
a sapermi il mio fiato vicino
la mia bocca i miei baci per te.

Annunci

Lascia un commento

21 dicembre 2012 · 10:04 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...