Dirupo

Da dirupo a scoglio

vedesi all’onda d’olio

tratti d’ora conoscenze

ora di labiali sorde

per rumor di schiuma

muoversi parole amanti

inviti a bagnarsi in quella voga

che al viaggio stornar

lo fa suo braccio a spinger l’acqua

come a raggiunger sirena

che l’ammalia al canto.

Guardo da lontano coglie

e tentazione avere al tuffo fare

quando m’avvedo, di mia figura,

quando riflessa all’acqua chiara

lentar fa la morsa di inconscenza

quando me riporta all’alma pura

lasciandomi alle spalle tal bel sogno.

A me manca,quanto tuo pensier

e quella voglia che t’annega core

di quanto in mille modi tuo l’amare

donarti a me senza morso avere.

Lo so quanto costa annega nel tuo pianto

e quanto pianto tuo mi bagna cuore

vorrei sempre tenerti arresa al petto

voler sentire tue parole da vicino

quando mi spingi in in te

a rosa offrire.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...